Business intelligence con Microsoft Power BI

Business Intelligence con Microsoft Power BI

Perché è importante  approfondire la Business Intelligence (BI)?

Si stima che il mercato delle applicazioni software di Business Intelligence e analytics è destinato ad aumentare fino a toccare i 17,6 miliardi nel 2024.

Proviamo a definire che cos’è la Business Intelligence (BI):

un insieme di tecnologie, processi e metodi utilizzati per raccogliere, integrare, analizzare e presentare i dati aziendali al fine di supportare le decisioni strategiche e operative dell’organizzazione.

Il termine fu utilizzato già nel 1800 per descrivere il modo in cui il banchiere Sir Henry Furnese raggiunse il successo. Attraverso la raccolta di informazioni politiche e di mercato, egli riuscì ad agire in anticipo sui suoi concorrenti.

Il concetto di business intelligence tradizionale, propriamente detta, è nato per la prima volta negli anni ’60, per indicare un sistema di condivisione delle informazioni nelle organizzazioni.

Oggi i Big Data sono i veri protagonisti della trasformazione digitale e avvicinarsi alla Business intelligence con Microsoft Power BI è diventato più semplice.

Nel tempo i database non sono più riusciti a soddisfare il fabbisogno operativo delle imprese. Per questo motivo, sono nati i data warehouse, giganteschi raggruppamenti di dati che grazie agli attuali strumenti di business intelligence possono essere utilizzati anche da utenti meno esperti. 

Software di Business Intelligence

Una strategia di business centrata sui dati richiede l’utilizzo di software di business intelligence. Questi programmi servono per raccogliere, trasformare e realizzare grandi quantità di dati aziendali, provenienti da diverse fonti interne ed esterne, al fine di fornire informazioni rilevanti e immediate ai decision maker aziendali. Tutto ciò che se ne ricava può essere utilizzato per comprendere il passato, monitorare il presente e prevedere il futuro del business aziendale. Il grande vantaggio di approcciarsi alla Business Intelligence con Microsoft Power BI è che questo tool fornisce un’ampia visione dello status aziendale.

Quali sono le caratteristiche chiave che dovrebbero essere presenti in un programma di BI di qualità?

  1. Dati affidabili e accurati: è importante che il programma di BI utilizzi dati accurati e affidabili per garantire che le decisioni prese sulla base dei risultati ottenuti siano corrette.
  2. Strumenti di visualizzazione dei dati: il programma di BI deve includere strumenti di visualizzazione dei dati, come grafici e tabelle, per rendere più facile comprendere e interpretare i dati.
  3. Facilità d’uso: i programmi di BI dovrebbero essere facili da usare e accessibili a tutti gli utenti aziendali, indipendentemente dal loro livello di esperienza.
  4. Integrazione dei dati: un software di BI dovrebbe essere in grado di integrare i dati provenienti da diverse fonti, come database aziendali, fogli di calcolo e sistemi di gestione dei dati.
  5. Collaborazione: il programma di BI deve offrire funzionalità di collaborazione, come la condivisione di report e la possibilità di lavorare insieme sui dati in tempo reale.
  6. Personalizzazione: il programma di BI deve offrire la possibilità di personalizzare i report e le visualizzazioni dei dati in base alle esigenze specifiche dell’azienda e degli utenti.
  7. Sicurezza dei dati: è importante che il programma di BI includa misure di sicurezza adeguate a proteggere i dati aziendali sensibili.

Tra i vari strumenti sul mercato possiamo elencarne alcuni. Oltre  Microsoft Power BI, ci sono anche Zoho Reports, Dundas, Clear Analytics, Sisense, Chartio, Infor Birst e Tableau.

Chi può fare Business Intelligence con Microsoft Power BI?

Power BI di Microsoft è uno strumento potente e versatile per l’analisi dei dati, che lo rende una soluzione adatta anche ai meno esperti. Il linguaggio utilizzato da Power BI è il DAX (Data Analysis Expressions), un linguaggio utilizzato anche in Excel. Le formule DAX includono funzioni, operatori e valori per eseguire query e calcoli sui dati presenti in tabelle e colonne correlate. Power BI è costituito da tre elementi principali:

  • L’applicazione gratuita per desktop, strumento principale per l’elaborazione dei dati e la formulazione di report: Power BI (desktop)
  • Un servizio SaaS (Software as a Service) online, cioè l0ambiente nel quale vengono pubblicazioti, analizzati e condivisi i report: Power BI service
  • Un’App per dispositivit mobili: Power BI mobile.

Uno degli aspetti vantaggiosi di questo software è la possibilità di attribuire funzionalità diverse in base ai ruoli ricoperti all’interno di un team. Il Servizio Power BI può essere utilizzato da chi ha solamente l’esigenza di visualizza i report e le dashboard, cioè la singola pagina che raccoglie i dati relativi ad un processo specifico. Chi invece usa Power BI per estrarre, elaborare, organizzare i dati può utilizzare Power Bi Desktop. L’app di Power BI può invece tornare utile a chi deve monitorare dati o processi immediatamente utili per il proprio business, attraverso una visualizzazione più rapida e sintetica. Power BI è una risorsa anche per sviluppatori che vogliano integrarne alcune funzioni nelle proprie applicazioni attraverso il ricorso alle API (Application Programming Interface). La Business Intelligence con Microsoft Power BI soddisfa le diverse esigenze che guidano utenti aziendali, autori di report, amministratori e sviluppatori.

Cosa permette Power BI per migliorare il tuo business

Se c’è una consapevolezza per gli analisti, è quella che l’enorme quantità di dati di cui si può disporre non costituisce un’informazione finché gli stessi non vengono contestualizzati e ottimizzati per il proprio business.  Sono principalmente quattro le fasi della Business Intelligence che Power BI permette di svolgere:

  1. Raccolta e trasformazione dei dati. In questa fase di esplorazione dei dati, gli strumenti di business intelligence utilizzano il metodo definito ETL, (Extract, Transform and Load) per raccogliere i dati da diverse fonti di origine, sia che siano strutturati o che non lo siano. I dati vengono estratti e rielaborati prima di essere resi disponibili. Le applicazioni e gli strumenti di Bussiness Intelligence permettono di interrogare questi dati in maniera rapida fornendo le informazioni utili per le proprie esigenze.
  2. Configurazione del modello dati. Power BI Desktop mette a disposizione un ambiente di lavoro dove poter definire il modello dati. Attraverso l’individuazione e la definizione di relazione tra le tabelle si possono effettuare diverse operazioni attraverso il linguaggio DAX.
  3. Utilizzo della visualizzazione dati per presentare i risultati. La Business Intelligence utilizza la visualizzazione dati per semplificare la comprensione e la condivisione dei risultati. I metodi di creazione di report includono dashboard di dati interattivi, grafici, diagrammi e mappe che consentono agli utenti di vedere l’andamento dell’azienda in tempo reale.

Con Microsoft Power BI è possibile:

  1. Connettersi ai dati, provenienti da fonti diverse.
  2. Eseguire il data shaping, cioè creare relazioni gerarchice, con query che creano modelli di dati utili e accattivanti.
  3. Usare i modelli di dati per creare visualizzazioni e report.
  4. Condividere i file di report che altri utenti possono usare, ampliare e condividere. È possibile condividere i file con estensione .pbix di Power BI Desktop come qualsiasi altro file, ma il metodo più efficace consiste nel caricarli nel servizio Power BI.

Tipi di dati per la Business Intelligence con Microsoft Power BI

Microsoft Power BI è capace di convertire automaticamente il formato dei dati nella modalità più congeniale all’esigenze di visualizzazione, archiviazione e operatività. Quest’operazione è possibile grazie al linguaggio DAX che converte i dati in maniera implicita. L’editor di Power BI permette di specificare il tipo di dati di una colonna. Analizziamo di seguito quali sono i tipi di dati caricabili.

a. Tipo Numerico

Sono tre i tipi di dati numerici supportati da Power BI: numero decimale, numero decimale fisso, numero intero.

  1. Numero decimale. Sono i numeri a virgola mobile a 8 byte.
  2. Numero decimale fisso. Questa tipologia di dato numerico contiene una posizione fissa per il separatore decimale che ha sempre quattro cifre a destra e consente fino a diciannove cifre significative.
  3. Numero intero. Rappresenta un valore intero a 64 bit, quindi senza virgola, e può essere costituito da 19 cifre.

 

b. Tipo Data/Ora

In Power BI esistono cinque formati di dati Data/Ora visualizzabili nelle query. Il linguaggio DAX converte automaticamente i tipi di Data/Ora/Fuso orario durante il caricamento dei dati. Nella fattispecie con Data/Ora il valore viene archiviato come dato di tipo numerico decimale. Nel caso in cui il valore rappresenti solo la data, viene esclusa l’indicazione dell’ora. Avviene l’inverso se il dato indica solo l’ora. L’altro dato è il valore associato alla quantità di tempo, cioè la durata. Quando questa informazione è caricata nel modello, essa viene convertita nel tipo Numero decimale.

c. Tipo Testo

Quando si fa riferimento al Testo si è in presenza di una stringa di dati di tipo carattere Unicode. Con Testo ci si può riferire a stringhe, numeri o date in forma di testo. La lunghezza massima della stringa è di 256 Mega caratteri. Power BI memorizza i dati in maniera tale che questa tipologia possa essere presentata in modalità diversa a seconda delle situazioni.

d. Tipo True/False

L’ultimo caso è quello dei dati con valore booleano, cioè quei casi in cui il valore può indicare vero o falso. Anche in questo caso Power Bi si comporta in maniera diversa a seconda delle situazioni. Generalmente quando si carica una colonna con informazioni booleane in Power BI, conviene impostare il tipo di colonna su True/False. I dati di tipo sazio vuoto/valori Null si riferiscono propriamente al linguaggio DAX. Vuoto non è altro che la traduzione del valore Null nel linguaggio SQL.

e. Tipo dati binario

I tipi di dati binario possono essere usati per rappresentare altri tipi di dati con formato binario. Tuttavia, se si caricano colonne binarie nel modello di Power BI è possibile si verifichino degli errori.

f. Tipo dati Tabella

Il linguaggio DAX, a volte, per eseguire alcune operazioni, richiede l’utilizzo di tabelle, altre volte, le tabelle sono il frutto di una restituzione che può essere utilizzata come input per un’altra relazione.

 

Relazione tra i dati

L’utilizzo di Power Bi necessita del ricorso a modelli che permettono di lavorare sui dati attraverso le relazioni tra le varie tabelle basate sul valore chiave (primaria o esterna). Le varie operazioni tra tabelle possono essere effettuate purché tra di loro esista una relazione. Nel caso in cui le tabelle siano prive di una relazione con altre tabelle, siamo in presenza di tabelle disconnesse. Ogni relazione si caratterizza per un tipo di cardinalità, cioè il numero di righe in una tabella che può essere correlato al numero di righe in un’altra tabella. Ne abbiamo di quattro tipi:

  • Uno-a-molti (1:*)
  • Molti-a-uno (*:1)
  • Uno-a-uno (1:1)
  • Molti-a-molti (*:*)

Queste relazioni sono indicate nell’area di lavoro attraverso una linea che unisce le tabelle, alla cui estremità è indicato o il valore 1 o l’*.  Quando il valore è 1 siamo in presenza di colonne che contengono un valore univoco, quando è riportata l’indicazione “*”, allora i valori non sono univoci. Quando i dati vengono caricati è possibile attivare il rilevamento automatico. In questo caso è Power BI stesso a impostare le opzioni di relazione CardinalitàDirezione filtro incrociato e Imposta come relazione attiva.

Modelli di report in Power BI

Uno dei grandi vantaggi per chi fa Business Intelligence con Microsoft Power BI è quello di creare report accattivanti per la condivisione di informazioni strategiche per l’intera organizzazione. I modelli di report di Power Bi contengono le seguenti informazioni:

  • Pagine, oggetti visivi e altri elementi grafici del report
  • Definizione del modello di dati, inclusi lo schema, le relazioni, le misure e altri elementi di definizione del modello
  • Tutte le definizioni di query, ad esempio query, parametri e altri elementi di query

Per utilizzare i modelli basta aprire il report in Power Bi Desktop o attraverso un doppio clic su un file con estensione .pbit o caricarlo dall’interno del software attraverso la voce “modello di Power BI” da “importa” nel menu file.

I report di Power BI sono strumenti estremamente utili per l’analisi dei dati aziendali, poiché offrono una serie di vantaggi e benefici. In primo luogo, i report di Power BI permettono di visualizzare i dati in modo intuitivo e facilmente comprensibile, rendendo l’analisi dei dati più veloce e semplice. Con i grafici, i diagrammi e le mappe interattive, è possibile comprendere rapidamente il significato dei dati e identificare le tendenze e le opportunità. Inoltre, i report di Power BI sono facili da creare e personalizzare, poiché offrono una vasta gamma di opzioni di formattazione e di layout.

È possibile scegliere il tipo di grafico o di diagramma più adeguato per rappresentare i dati, modificare i colori e i font per adattarli al branding aziendale e aggiungere elementi come note e legende per fornire ulteriori informazioni.

Un altro vantaggio dei report di Power BI è che sono facilmente condivisibili con altre persone all’interno dell’azienda.

È possibile creare report condivisibili con altri utenti, inviare report tramite e-mail o integrarli in altre applicazioni, come SharePoint o Teams. In questo modo, è possibile condividere facilmente i risultati dell’analisi dei dati con i membri del team o con altre persone all’interno dell’azienda, indipendentemente dalla loro posizione o dal loro ruolo.

Infine, i report di Power BI sono facilmente aggiornabili, poiché possono essere connessi a una vasta gamma di fonti di dati, come database, file Excel, Google Analytics e molti altri. Questo significa che è possibile mantenere i report sempre aggiornati con i dati più recenti, senza dover rielaborare manualmente i dati ogni volta.

Con la tecnologia di oggi, e un mix di prtica e dedizione, la power BI diventa alla portata di tutti, e non servono più grandi investimenti per creare la propria infrastruttura, capace di raccogliere i dati che ci interesssano.


Vuoi gestire meglio il tuo business?

Share:

Leave a Comment